Ricerca contenuti, post, video..

PERCHÈ IL CANE SCAVA BUCHE IN GIARDINO? CAUSE E SOLUZIONI

Share the love

Il cane scava le buche in giardino istintivamente. Scava per nascondere ossi, per attirare la nostra attenzione, ma anche per creare un nascondiglio o semplicemente per noia. 

Quali sono i motivi che portano il cane a scavare?

Anche se il nostro amico a quattro zampe vive felicemente in casa in nostra compagnia, i suoi istinti non scompaiono. Essendo l’olfatto il suo senso più sviluppato, anche il più debole odore attrarrà la sua attenzione e lo porterà a cercare l’oggetto del suo interesse. Così, non appena scorge qualsiasi piccolo movimento cerca attraverso l’uso dell’olfatto di ritrovare la sua preda, iniziando a scavare qui e là nel nostro giardino. Inoltre, alcune razze, come i Terrier o i Bassotti, sono più propensi di altri a scavare.

Tra gli altri motivi che portano un cane a fare delle buche in giardino può esserci anche la noia. Difatti un cane è portato a scavare quando non ha altro da fare. Se si trova in giardino da solo, per esempio, scarica la sua energia in eccesso scavando delle buche. 

Come evitare questa cattiva abitudine?

Fai una passeggiata con il tuo cane

Molto spesso il nostro cane scava perché non fa abbastanza movimento. È quindi necessario trascorrere più tempo con Fido, cercando di organizzare qualche attività, come una passeggiata in un luogo nuovo o una corsa insieme. Grazie al guinzaglio imbottito Sport Dog, dotato di un’impugnatura soffice e salda, potrai godere di una presa sicura anche durante lo sport.

Porta il cane in un luogo fresco

In estate, quando il caldo e l’afa si fanno sentire, può capitare che il cane scavi delle buche per cercare un luogo fresco. È importante allora assicurarsi che il cucciolo abbia sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Il distributore d’acqua automatico Spring ad esempio può essere facilmente collegato alla rete idrica di casa o a una cisterna e garantisce massima freschezza all’animale assetato. 

Fai scorta di giocattoli per cani

Ci sono casi in cui il cane scava buche semplicemente per divertirsi. Il problema può essere risolto procurando a Fido dei giocattoli con cui svagarsi. Ferplast ne propone di ogni tipo e categoria. Esistono giocattoli di intrattenimento come Gioco PA, che diverte il cane e allo stesso tempo contribuisce al benessere e alla salute della sua bocca. Giochi di abilità e addestramento, come l’anello Puller, un gioco interattivo, pensato per promuovere un allenamento quotidiano basato sui salti, sulla corsa e che funge anche come gioco da riporto. Infine si trovano dei giochi interattivi e di attivazione mentale: come Smile, un gioco dentale da riporto o tira e molla che favorisce la curiosità e il movimento grazie alla possibilità di inserire al suo interno deliziose crocchette.

Tecniche di dissuasione per evitare che il cane scavi buche

Può capitare anche che l’animale non scavi in tutto il giardino, ma soltanto in determinate zone. In questo caso esistono delle tecniche per distogliere la volontà del cane a scavare. Eccone alcune da cui prendere spunto:

  1. Cospargere con succo di limone diluito. È sufficiente diluire del succo di limone con dell’acqua e il gioco è fatto! La maggior parte degli animali infatti evita l’odore forte degli agrumi. 
  2. Sotterrare una rete di plastica sotto il terreno. Installando un’apposita rete salva prato sotto il terreno, si eviterà che il cane scavi delle buche. Non è assolutamente pericolosa per il proprio animale ma preserverà il manto erboso. 
  3. Utilizzare le decorazioni del giardino. È possibile utilizzare l’arredo da esterno per occupare quelle aree in cui Fido è solito scavare buche, così che non possa più rovinare quella zona.
  4. Creare uno spazio apposito. L’alternativa è quella di predisporre una zona creata esclusivamente perché il nostro cane possa scavare tramite l’utilizzo di una sabbiera. 

Grazie a questi preziosi consigli salvare il proprio prato dalle buche del cane sarà davvero semplice. Se però, utilizzando queste semplici accortezze, il comportamento del cane non dovesse migliorare, è sempre bene consultare educatori cinofili e veterinari. Sapranno valutare l’aspetto psico-fisico del cane, suggerendo delle soluzioni ad-hoc per la problematica. 


Share the love

Lascia un Commento

Il suo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *