Ricerca contenuti, post, video..

BONUS FISCALE 2021 PER ANIMALI DOMESTICI

Cane mangia dalla sua ciotola
Share the love

Gli animali domestici sono parte integrante della famiglia. Lo dimostra la cura che riponiamo nel loro benessere e l’affetto, smisurato, che proviamo nei loro confronti. Finalmente, nel 2021, gli animali domestici ricoprono a pieno titolo il ruolo di componenti della famiglia, grazie a un bonus fiscale a loro dedicato. Vediamo di cosa si tratta.

Le attenzioni che rivolgiamo ai nostri teneri pelosetti li rendono a tutti gli effetti componenti della famiglia, alla stregua di mamme, papà e figli. Non è raro, infatti, che in una famiglia il divano sia a uso esclusivo del gatto o che la parte migliore della cena finisca sotto i denti del cane. Ma, quelli che per noi sono come delle persone e non semplici animali da compagnia, grazie ad un bonus fiscale a favore dei proprietari, lo diventano anche per lo Stato.

Gatto dorme sul divano

Che cos’è il bonus animali domestici

In Italia le spese per il mantenimento degli animali sono significative. Da qui è nata l’esigenza di venire incontro ai proprietari, che, nel 2021, hanno ottenuto una piccola grande vittoria, il bonus animali domestici. Il bonus consiste nella detrazione delle spese veterinarie e per i farmaci in misura maggiore rispetto a quanto accadeva prima. Oltre al bonus animali domestici sono al vaglio anche altre proposte come la diminuzione dell’iva sui prodotti specifici per animali o sui servizi sanitari.

Cane guarda il padrone dalla sua cuccia

A chi è rivolto il bonus animali domestici

Nel 2021 lo Stato ha erogato un bonus animali domestici di cui tutti i proprietari di cani, gatti, criceti, conigli, ecc., possono usufruire. Non è un bonus riservato esclusivamente ai padroni di cani e gatti, i più presenti nelle case degli italiani. Si rivolge a chiunque abbia un animale da compagnia, soprattutto alle famiglie con redditi bassi, che si trovano ad affrontare spese spesso rilevanti per la cura, il benessere e la salute dei propri animali. Ciò dovrebbe attenuare il fenomeno del randagismo e stimolare le persone ad adottare gli animali dai rifugi o dai canili.

Coniglio in braccio al padroneCriceto nella sua gabbietta

Come usufruire del bonus animali domestici

Il bonus animali domestici consente di detrarre fino a 550 euro – la spesa media fissa per il mantenimento di un cane, ad esempio – nella dichiarazione dei redditi. I pagamenti devono essere tracciabili e seguiti da ricevuta fiscale o fattura, in modo tale da contrastare l’evasione fiscale. Le spese ad oggi detraibili sono quelle relative alla salute degli animali domestici. Anche i farmaci, quindi, devono essere acquistati presentando il tesserino sanitario. Sono al momento esclusi dal bonus i mangimi e altri accessori.

Gatto disteso vicino alla cuccia

Quella del bonus animali domestici è una vittoria per gli amanti e i padroni di questi simpatici amici che, grazie a questa possibilità, vengono equiparati a tutti gli effetti a componenti della famiglia. Ed è proprio quello che sono.


Share the love

Lascia un Commento

Il suo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *