Ricerca contenuti, post, video..

I VACCINI PER CANI OBBLIGATORI PER LEGGE

Vaccini per cani obbligatori per legge
Share the love

Proprio come per noi umani, i vaccini per cani obbligatori per legge, servono per prevenire le principali malattie infettive. Per questo è necessario informarsi al meglio per tutelare la salute del proprio Fido.

Vaccini per cani obbligatori per legge

Perché vaccinare il cane

I vaccini sono molto importanti perché stimolano le difese dell’organismo dell’animale nei confronti di specifiche malattie, facendo agire così gli anticorpi. Nel primo periodo di vita infatti i cuccioli sono protetti dalle malattie infettive grazie al colostro, contenuto nel latte materno ricevuto dalla madre. Questa barriera però dura soltanto 3 mesi all’incirca. Dal quarto mese in poi gli anticorpi diminuiscono notevolmente. È dunque fondamentale aver già ricevuto le prime dosi entro le 6-8 settimane. 

Vaccini per cani obbligatori 

L’unico vaccino obbligatorio per i cani è quello contro la rabbia, ed è obbligatorio solo per chi viaggia all’estero ma è fortemente consigliato a tutti i nostri amici a quattro zampe. Si tratta di un virus che può essere trasmesso anche all’uomo tramite morso o contatto di una ferita con la saliva o l’urina di animali infetti. Provoca sintomi gravi che mettono a rischio il sistema nervoso.

Vaccini per cani obbligatori per legge

Esistono poi dei vaccini “core” che sono molto importanti per la salute del cane, ma non obbligatori per legge. Ecco le malattie per cui è bene vaccinare il proprio amico a quattro zampe: 

• Cimurro: è una malattia molto contagiosa, rischiosa in particolar modo per gli animali di giovane età, che provoca dei sintomi respiratori, gastro-enterici e neurologici gravi. Viene trasmessa tramite un contatto diretto con un animale che ha già l’infezione e porta con sé un tasso di mortalità dell’80%. Purtroppo, nella maggior parte dei casi la terapia risulta inutile perché la malattia ha un lungo periodo di incubazione. Di conseguenza quando si comprende la presenza dell’infezione è già troppo tardi.

• Parvovirosi: arreca gravi gastro-enteriti all’animale infetto, e nelle sue forme più gravi anche emorragia intestinale e shock settico. È molto rischioso anche per altri animali perché le feci, la saliva, le urine o addirittura gli abiti o il pelo contaminati possono facilmente veicolare il virus.

• Adenovirus: causa epatite o laringotracheite e la sua trasmissione avviene per contatto diretto, attraverso la saliva, le feci o le urine dell’animale.

• Parainfluenza: si tratta di un’infezione alle vie respiratorie. Il virus viene trasmesso tramite il contatto diretto con i cani infetti, con le loro ciotole e cucce, nonché mediante tosse e starnuti. 

• Leptospirosi: è un batterio che causa gravi danni al fegato e ai reni e la sua trasmissione avviene per contatto diretto con l’urina o il sangue che sono contaminati. Cosa non meno importante è che può essere trasmesso anche all’uomo.

Quest’ultima è la malattia canina più comune e al contempo grave che rappresenta un notevole pericolo anche per l’uomo. 

Vaccini per cani obbligatori per legge

Possibili effetti collaterali dei vaccini per cani

I cani solitamente accolgono bene i vaccini e non presentano sintomi gravi. È comunque importante che l’animale sia sano e che abbia raggiunto l’età adeguata a ricevere la vaccinazione. Ci sono comunque delle possibili conseguenze che possono durare dai due ai tre giorni al massimo. Ecco i sintomi più noti: 

• Febbre

• Gonfiore nella sede dell’inoculazione 

• Stanchezza

• Scarso appetito

Se questi sintomi si protraggono oltre al tempo sopra citato è necessario procedere contattando il veterinario in maniera tale da assicurarsi che gli effetti collaterali rientrino nella norma.

Vaccini per cani obbligatori per legge

In generale, l’unico vaccino obbligatorio per legge è quello contro la rabbia. È comunque sempre importante rivolgersi al proprio specialista di fiducia per capire, in base alla razza, all’età e ad altri fattori, quali altri vaccini sono altamente consigliati per il proprio cucciolo.


Share the love

Lascia un Commento

Il suo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *