Ricerca contenuti, post, video..

PROCESSIONARIA: I PERICOLI PER IL CANE

Share the love

I primi mesi caldi dell’anno fanno risvegliare la processionaria, un insetto molto particolare e piuttosto insidioso sia per gli umani che per i cani. Scopriamo più a fondo come riconoscerla ed evitare di incrociare la sua strada!

Cos’è la processionaria?

La processionaria, il cui nome scientifico è Thaumetopoea Pityocampa, è un bruco lungo 4 cm ricoperto da migliaia di peli lunghi e urticanti che contengono una sostanza irritante che può creare seri problemi agli umani ed essere altrettanto pericolosa per gli animali, qualora ne entrassero in contatto.

Ogni volta che il bruco si sente in pericolo rilascia nell’aria questi peli dalla forma di uncino, che vengono trasportati qua e là dal vento, rimanendo il più delle volte impigliati alle vittime, causando problemi di varia natura e gravità.

Va specificato che la processionaria è pericolosa solo nello stato larvale, quando diventa falena è completamente innocua.

Ma sapete perché questo insetto si chiama processionaria? Il termine deriva dalla loro abitudine di strisciare sul terreno in fila indiana, formando una sorta di “processione”!

Processionaria cane: sintomi

Le processionarie nidificano soprattutto su pini e querce e il periodo di maggior rischio di contagio è la primavera, in particolare da marzo a maggio.

Essendo i cani gran curiosoni e dei dolci ficcanaso, tendono ad interfacciarsi con questi bruchi facilmente e ingerire inavvertitamente i peli urticanti dell’insetto. La reazione al contatto è immediata: si verifica un aumento della salivazione, vomito, febbre, diarrea, necrosi della parte che è venuta a contatto con l’insetto, dolore diffuso e rifiuto del cibo.

Processionaria cane: terapie

Se il cane lecca o ingerisce una processionaria incontrata durante la passeggiata al parco è necessario agire con la massima tempestività. È chiaramente importante portare Fido dal veterinario quanto prima, ma nel caso non fosse possibile si può attutire il colpo rimuovendo rapidamente i peli residui lavando la bocca del cane con un abbondante soluzione di acqua e bicarbonato. È consigliabile fare uso di una siringa senz’ago con la quale poter spruzzare ripetute volte la soluzione di lavaggio in bocca.

La natura riserva sempre molte soprese! Una soluzione definitiva per evitare le processionarie non esiste, ciò che vi suggeriamo noi è cercare di stare alla larga da pini e querce durante le passeggiate e di prestare attenzione ai movimenti del cane.


Share the love

Lascia un Commento

Il suo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *