nascita_tartarughe_in_casa

COME FAR RIPRODURRE LE TARTARUGHE D’ACQUA IN CASA

Le tartarughe d’acqua sono degli animali da compagnia un po’ insoliti da accudire, tuttavia sono numerose le famiglie che tengono in casa questi simpatici rettili. Allevarle non è poi così difficile: esse necessitano di un habitat ben preciso e di una dieta specifica, a maggior ragione se si intende farle riprodurre. A tal proposito, avete mai pensato di far nascere nuove tartarughine? In questo caso occorre seguire rigorose istruzioni, che noi siamo lieti di indicarvi!

Affinché avvenga la riproduzione è fondamentale, ovviamente, che nell’acquario ci siano una coppia formata da un maschio e una femmina. A causa del rituale che sono solite svolgere, noterete subito quando si avvicinerà il momento dell’accoppiamento. Per incentivare la riproduzione, bisogna creare un habitat ad hoc: questo sarà costituito da un acquaterrario riempito per metà d’acqua, con filtri, rocce e una lampada riscaldante.

come_far_riprodurre_la_tartaruga_acquatica

Solitamente la tartaruga depone le uova sulla terra, perciò, una volta avvenuta la deposizione, dobbiamo essere lesti a spostarle in una vaschetta riempita di torba bollita e raffreddata, a sua volta inserita dentro un nuovo acquario, con circa un terzo di acqua a 29-30 gradi. Dopo aver fatto questo, bisogna mettere un coperchio sull’acquario, con l’accortezza di mantenerlo quanto più umido possibile (le uova hanno bisogno di molta umidità, più dell’85%), ma ricordandosi di lasciare comunque uno spiffero d’aria perché le uova hanno bisogno di ossigeno.

Un acquario come i modelli in vetro della linea Jamaica di Ferplast può essere un comodo rifugio per le future tartarughine, essendo molto robusto e capiente; inoltre, se vogliamo garantire una temperatura ideale e uniforme dell’acqua, basta applicare un riscaldatore sommergibile come Blu Clima, che resta ben fisso alla parete grazie alle ventose.

ferplast_acquari_tartarughe

Durante l’attesa è bene evitare di toccare le uova per non rischiare di danneggiarle. Dopo circa 60 giorni dalla deposizione, avverrà la schiusa, che è un momento molto emozionante e altrettanto delicato, ma basta essere cauti e non farsi prendere dal panico. Le tartarughine, una volta uscite dal guscio, si muoveranno da sole seguendo il loro istinto che le porta verso l’acqua la quale, come abbiamo detto, dev’essere ad una temperatura costante di 30 gradi.

come_far_riprodurre_tartaruga_acquatica

Attenzione! Non serve dar loro subito del mangime ma possiamo aspettare qualche giorno. Naturalmente è severamente vietato spostarle nell’acquario dove si trova la loro mamma.

Siete pronti a far nascere tante piccole tartarughe d’acqua?




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *