gatto con sguardo arrabbiato

E SE ARRIVA UN ALTRO ANIMALE A CASA DI MICIO??

Aristocratico, indipendente e un po’ altezzoso… chi ha un gatto sa che lui è il padrone indiscusso della casa. Ma se noi vogliamo introdurre un nuovo inquilino peloso o piumoso? Come si gestisce la convivenza tra gatti o tra gatti e altri animali?

Il gatto è un animale molto territoriale, alquanto solitario e predatore, perciò introdurre un nuovo animale in casa, sia questo un altro gatto, un cane, un volatile o un roditore, non è facile. Per questo motivo, è fondamentale mettere in atto delle strategie per favorire una corretta socializzazione, anche se potrebbe volerci molto tempo.

L’inserimento di un nuovo animale va fatto gradualmente, rispettando gli spazi e le esigenze del nostro micio. Ogni traccia del nuovo coinquilino sarà motivo di disturbo: probabilmente la novità sarà vissuta come una vera intrusione. Delle reazioni negative come aggressività, depressione, allontanamento da casa o inappetenza sono tutte probabili manifestazioni di disagio da parte del nostro felino.

Per gestire la convivenza tra gatti o tra gatti e altri animali, ci sono delle regole base da rispettare, finalizzate a non invadere gli spazi del re della nostra casa:

  • Ciotole separate: non bisogna far mangiare gli animali nella stessa ciotola, o permettere al nuovo arrivato di mangiare dalla ciotola del padrone di casa. L’ideale è farli mangiare in stanze diverse e togliere le ciotole quando hanno finito, in modo che non s’ingozzino per andare a finire anche il cibo dell’altro.
  • La cuccia è sacra: il posto in cui abitualmente dorme il nostro micio è suo e solo suo. Vi conviene prendere un’altra cuccia, coperta o cuscino per il nuovo arrivato, così che ognuno abbia il proprio spazio.
  • Lettiere, mai abbastanza: se gli animali fanno i propri bisognini in casa è necessario munirsi di più di una cassetta igienica. I mici non amano sentire odori estranei nel posto in cui fanno i bisognini. Se non lo fate, il pericolo è che scelgano da soli un altro posto di loro maggiore gradimento!
  • Troppe attenzioni no: dobbiamo far sentire al gatto che non è cambiato niente dalla situazione precedente, perciò il livello di coccole quotidiane non deve aumentare bruscamente per farlo sentire più amato. Coccolarlo di più è il modo giusto per dirgli che c’è qualcosa che non va!

Vediamo ora dei consigli più specifici.

CONVIVENZA TRA GATTI

Se vogliamo introdurre un nuovo gatto, soprattutto se adulto e dello stesso sesso, prima di tutto dobbiamo prepararci psicologicamente perché ci vorrà del tempo, dei mesi forse. Secondo, fate in modo che l’inserimento sia graduale: non forzate i gatti a stare insieme nella stessa stanza e non tenete in braccio il nuovo micio perché dovrebbe incontrare l’altro in una condizione di parità. Quando uscite di casa poi, se proprio non vanno d’accordo, teneteli in stanze separate, così da evitare risse fuori controllo.

problemi di convivenza tra gatti

CONVIVENZA TRA GATTO E CANE

Quando si tratta di adottare un cagnolino, invece, è importante che il gatto non si spaventi per la vivacità di Fido. Conviene allora che i due s’incontrino mentre il cane è al guinzaglio. Inoltre, meglio lasciare che il gatto faccia conoscenza con i nuovi odori mentre il cagnolino è chiuso in una stanza e non può interferire. La loro amicizia funzionerà solo se il cane non sarà troppo invadente: insegnategli subito a rispettare il gatto e a non essere brusco nei suoi confronti, perché è impossibile insegnare al micio ad andare d’accordo con un nuovo peloso troppo irruente!

convivenza cane gatto

CONVIVENZA TRA GATTI, RODITORI E VOLATILI

Il gatto è un predatore nato e difficilmente potrà essere educato a non considerare come prede i piccoli animaletti come roditori e volatili, soprattutto se cominciano a fuggire spaventati. Il gatto non caccia solo per fame, ma anche per divertimento: per questo è opportuno che tutti i contatti tra questi animali siano supervisionati da noi. Per farli socializzare in un primo momento, comunque, è meglio lasciare la gabbietta a separarli, in modo che il gatto possa annusare e osservare il nuovo inquilino senza poter aggredirlo.

socializzazione e conoscenza di un gatto e una cavia

Naturalmente se gli animali sono cuccioli, in particolare cani e gatti, sarà molto più facile che vadano d’accordo e che trovino un equilibrio, mentre se l’incontro avviene tra animali adulti sarà molto più complicato!

amicizia tra cane e gatto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *