aquario_architettura_takashi_amano_artista

UN’IDEA ZEN PER ALLESTIRE L’ACQUARIO

Come per l’arredamento, anche per quel che riguarda gli acquari ci sono delle vere e proprie tendenze o delle idee da poter rubare per rinnovare la vasca dei nostri pesci. Se avete voglia di cambiare non solo il vostro salotto, ma anche l’habitat acquatico dei vostri amici pesciolini, vi regaliamo degli spunti di tendenza davvero interessanti. Il nostro preferito del momento? L’acquario in stile zen.

La prima cosa che si deve fare quando si acquista un acquario è conoscere alcune nozioni base, ad esempio deve essere posizionato in un punto ben preciso, deve avere un’illuminazione adeguata e deve essere dotato di buoni filtri per depurare l’acqua, ma ci si può sbizzarrire sulle decorazioni del fondale e degli spazi della vasca.

Si può allestire il fondo in mille maniere diverse, con sassi colorati, piante e oggetti dalle forme particolari. Una soluzione che sta prendendo piede è quella dell’acquario arredato come se fosse un giardino zen: questo è caratterizzato da un buon numero di piante di varia natura, da pezzetti di legno e da pietre, elementi che assemblati e ordinati permettono di ricreare l’armonia orientale all’interno della vasca che ospita i piccoli pesci.

Il vero fautore di questo stile è stato l’acquariofilo giapponese Takashi Amano, i suoi acquari realizzati con piante acquatiche reali sono sono rappresentazioni subacquee di paesaggi naturali e vengono considerati delle vere e proprie opere d’arte!

takashi_amano_acquario_zen_ferplast

Per realizzare un acquario zen servono quindi rigogliosi vegetali da posizionare sul fondo dell’acquario e 2-3 rocce che fungono da supporto naturale alle piante. Occorre preparare la base della vasca con della terra, circa 5-10 cm, sui cui piantare poi la vegetazione e, dopo aver svolto questo step, si possono posizionare non troppo vicine tra loro le pietre. Dopodiché si procede con la piantumazione. Questo tipo di acquari non “prevede” la convivenza di più specie, quindi meglio optare solo per dei pesci da branco. Il salotto è uno dei luoghi della casa più indicati nel quale mettere l’acquario e ovviamente ricordate di tenerlo lontano dalle fonti di calore.

Sappiamo bene che realizzare un acquario con piante vere può essere complesso e soprattutto molto impegnativo, ma vi suggeriamo una valida alternativa: possiamo ricreare un ambiente simile utilizzando un acquario in vetro di qualsiasi dimensione (ovviamente quanto più è grande, tanto maggiore sarà l’impatto che susciterà su chi lo vedrà) e tante piantine finte.

Gli acquari Ferplast della linea Dubai, per esempio, sono in vetro e dispongono già di tutti gli accessori quali filtro e illuminazione, per cui basterà sfruttare delle semplici piante finte in plastica e delle rocce decorative in resina, che hanno già dei fori e cavità interne che le rendono molto naturale, per ricreare un giardino zen nel vostro acquario. La manutenzione è più semplice e l’effetto finale è notevole!

acquario_dubai_ferplast

Vi piacciono questa idea di acquario? Vi piacerebbe realizzarne uno così?

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *