viaggiare-cane-aereo

VIAGGIARE CON IL CANE O CON IL GATTO IN AEREO

Le vacanze di Natale sono dietro l’angolo e molti di noi hanno già prenotato per qualche meta esotica. Tuttavia, se si ha in programma di prendere l’aereo, chi desidera portare con sé il proprio amico a quattro zampe deve seguire le regolamentazioni in vigore per il trasporto a bordo degli animali… prima di trovare qualche brutta sorpresa all’aeroporto!

Viaggiare con i propri animali domestici non è più impossibile, anzi sono sempre di più le strutture alberghiere pet friendly che aprono le porte ai nostri amici pelosi. Molto spesso però ad essere un vero problema sono le compagnie aeree e le loro rigide regole che non ci consentono di trasportare i nostri adorati animali a bordo.

In linea di massima, secondo il sito aeroporto.com si devono consultare le singole compagnie aeree molto tempo prima della partenza. In generale nella cabina passeggeri di ogni aeroplano si può imbarcare solo un numero limitato di animali e questi devono viaggiare per tutta la durata del volo all’interno di un trasportino adatto alle loro misure. Le dimensioni del trasportino per poter stare in cabina variano a seconda del regolamento di ciascuna compagnia aerea, per questo è sempre opportuno consultare il loro sito e prendere contatti direttamente con loro. Inoltre, il trasportino con l’animale all’interno non deve pesare più di 10 kg, ma anche qui possono esserci delle variazioni. Per evitare disguidi e brutte sorprese è sempre meglio accertarsi bene dei requisiti richiesti.

Nel caso in cui l’animale sia più grande verrà caricato nella stiva, la quale deve essere pressurizzata, riscaldata e illuminata. Inoltre bisogna stampare e incollare il simbolo che trovate qui sotto e applicarlo al trasportino. Per i viaggi all’interno della comunità europea, è importantissimo poi possedere il passaporto europeo del proprio animale e verificare i permessi necessari per far entrare in una nuova nazione il nostro amico pelosetto.

In particolare, per il trasporto in stiva, i trasportini della linea Atlas di Ferplast risultano ottimali: infatti, sono realizzati seguendo i principi della normativa IATA (organismo internazionale che regolamenta il traffico aereo) e sono dotati di specifiche caratteristiche tecniche che permettono il viaggio soddisfacendo tutti i requisiti necessari per il carico a bordo.

Le tanto gettonate compagnie aeree low cost, invece, non sono molto pet friendly, infatti sui voli Rayan Air ed Easy Jet per i nostri amici a quattro zampe non c’è proprio possibilità di salire a bordo, tranne che per i cani guida.

Le compagnie che invece accettano di trasportare animali domestici come cani, gatti e furetti a seguito del pagamento di un supplemento sono: Alitalia, Air Berlin, Air France, American Airlines, Australian Airlines, Lufthansa, Meridiana. Viaggio verso oriente? La Fly Emirates farà accomodare in stiva solo gli animali che non dovranno superare le 17 ore di volo. In cabina, invece, ad eccezione dei falchi, non sono ammessi animali. Divertente come cosa, no? E chi non viaggia con un falco sulla spalla?!

Importantissimo, quindi, contattare la compagnia aerea qualche giorno prima della partenza, per poter predisporre tutto per accogliere al meglio i nostri amici a quattro zampe, sia per quelli che verranno caricati in stiva che per quelli che verranno ammessi in cabina.

Niente brutte sorprese all’aeroporto e via che si parte!

liveanimals-viaggiare-gatto-aereo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *