portare fuori il cane quando piove cane che aspetta con stivali da pioggia e ombrello in bocca

PORTARE FUORI IL CANE QUANDO PIOVE E FA FREDDO

Pioggia, neve, gelo magari possono scoraggiare noi, ma spesso niente di tutto ciò riesce a smorzare l’entusiasmo del nostro amico a quattro zampe: alla vista del guinzaglio, diventa incontenibile e vuole fare a tutti i costi la sua passeggiata.

In inverno, però, quando è impossibile rinunciare all’abituale uscita o quando vogliamo portare in gita sulla neve il nostro adorato Fido, è meglio seguire delle buone norme per evitare i colpi di freddo. A dispetto della pelliccia più o meno folta, anche il nostro cane infatti ne risente: raffreddori, congiuntiviti o, peggio, bronchiti, tonsilliti e altri problemi di questo tipo sono sempre in agguato nei mesi freddi e i nostri amici animali, in certe condizioni, hanno meno difese e possono ammalarsi a loro volta. Per vedere il meno possibile il nostro veterinario di fiducia, è quindi meglio prevenire tutti gli inconvenienti che il gelo, la pioggia e la bella neve portano con sé.

Tutti questi disagi, ad esempio, sono molto più probabili se il cane è bagnato. Quando, durante la brutta stagione, il cane esce in giardino o quando lo portiamo a fare escursioni e passeggiate in mezzo alla natura, è molto probabile che s’inzuppi in qualche pozzanghera o si bagni correndo tra l’erba o sulla neve. E, zuppo d’acqua e fango, anche il nostro peloso amico diventa più vulnerabile al freddo, rischiando di indebolirsi e ammalarsi.

La lunghezza della pelliccia è di certo una discriminante nella difesa dal gelo, infatti, gli esemplari a pelo corto sono meno protetti rispetto ai loro simili con lungo mantello e folto sottopelo che funge da isolante. Tuttavia, in caso di acqua e basse temperature, il pelo lungo ha comunque un grosso svantaggio: al suo interno possono formarsi cristalli di ghiaccio che, sciogliendosi, bagnano l’animale facendogli prendere freddo. I cani a pelo raso, dal canto loro, risentono maggiormente delle basse temperature, mentre quelli con le zampette corte sono più soggetti a bagnarsi il sottopancia rispetto ai loro compari più alti.

Per tutte queste ragioni, per difendere dal freddo il cane durante le passeggiate invernali con la pioggia o quando c’è il rischio di bagnarsi, è consigliabile l’uso di un impermeabile in modo da tenere l’animale meglio riparato. Il modello Raincoat, ad esempio, protegge da vento e acqua, oltre ad essere molto comodo perché ha il collare integrato; Trench, altrettanto tecnico, è sobrio ed elegante e sta molto bene anche ai cani di taglia grande; Techno e Sherlock, invece, trattengono maggiormente il calore e sono indicati agli esemplari che soffrono di più il freddo.

cane di razza rottweiler con cappotto impermeabile e anti-vento per cani Trench Black di Ferplast

Cappottino impermeabile anti-vento Trench Black di Ferplast

cane di razza jack russell con cappottino impermeabile e anti-vento Raincoat di Ferplast

Mantellina impermeabile anti-vento Raincoat di Ferplast

Gli amanti della neve non disdegnano, invece, di portare il proprio fedele amico fuori a passeggiare sui morbidi sentieri innevati. Tuttavia, se le zampe stanno troppo a lungo a contatto con superfici gelate rischiano di ferirsi: per questo, bisogna stare attenti a quanto tempo il cane trascorre al freddo e controllare ogni tanto che sia tutto apposto. Eventualmente si possono usare delle scarpe protettive anti-scivolo, come le Trekking Shoes, che prevengono le ferite ai polpastrelli dovute al prolungato contatto con terreni ghiacciati.

Ma non è importante solo il momento dell’uscita. Il post-passeggiata è fondamentale per evitare che il cane prenda freddo e rischi di ammalarsi, perciò, quando torniamo a casa, è meglio fare in modo che Fido sia esposto a basse temperature il meno possibile. Per questo, è preferibile tenerlo dentro o comunque al riparo. Inoltre, se durante la gita si è bagnato, conviene asciugarlo bene con un asciugamano o con un panno apposito, in particolare facendo attenzione in punti delicati come orecchie e zampe. Se poi tra i polpastrelli sono rimasti dei cristalli di ghiaccio è meglio non rimuoverli a mano, facendo male all’animale, ma aspettare che si sciolgano da soli con il calore della casa.

Non pensate che il vostro cane non risenta del freddo: se non è abituato, neanche tutto il suo entusiasmo in vista della passeggiata basta a proteggerlo… dovete farlo voi!

cane di razza jack russell con cappottino impermeabile e anti-vento Raincoat di Ferplast

cane rottweiler con cappotto impermeabile e anti-vento Trench di Ferplast cane di razza jack russell con cappottino impermeabile e anti-vento Raincoat di Ferplast

cane di razza rottweiler con cappotto impermeabile e anti-vento Trench Black di FerplastGuest stars: Thelma&Fred :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *