come scegliere il cane giusto

QUAL È IL CANE GIUSTO PER TE?

È facile innamorarsi di un musetto dolce o di una certa razza. Non sempre però il cane che ci piace (o che “va di moda”) è quello migliore per noi… e noi i padroni ideali per lui. Vediamo quali sono i fattori da considerare per scegliere il cane giusto per noi.

RAZZA E CARATTERE DEL CANE

La razza e il carattere del cane sono tra i primi dei fattori che bisogna prendere in considerazione. Tutte le razze sono state selezionate per svolgere determinati compiti e questo non può essere ignorato.

I cani da difesa, ad esempio, sono molto protettivi nei confronti del padrone e vanno educati con attenzione e in modo equilibrato; i cani da caccia, da cerca e da riporto sono predisposti a essere obbedienti, ma sono anche vivaci ed energici e hanno bisogno di fare molto movimento, così come i levrieri e i terrier in genere. I cani da pastore sono stati scelti per badare al bestiame e al gregge, perciò sono dei bravi guardiani della casa, a loro volta molto attivi, per cui necessitano di spazio e di fare parecchia attività fisica. I cani da compagnia, invece, sono più “casalinghi” e pacifici: assieme alle nostre coccole, una piccola passeggiata per loro è più che sufficiente a renderli felici.

Oltre a informarvi sulla razza, cercate poi di capire quale sia il carattere del cane. A questo scopo, potete osservare come si comporta con i suoi simili o i suoi fratellini, per vedere se ha un atteggiamento più dominante, vivace, remissivo o tranquillo. Inoltre, tutti i bravi allevatori conoscono i propri cani: chiedete informazioni (all’allevatore o a chi si occupa del cane) per sapere qualcosa in più sul suo carattere.

cuccioli di pastore australiano che corrono insieme

TAGLIA E CARATTERISTICHE DEL CANE

Un altro fattore da considerare è la taglia del cane, soprattutto in relazione allo spazio a disposizione e alle proprie possibilità: ad esempio, rispetto a un Barboncino, un Alano ha bisogno di più spazio e cibo, di accessori (cuccia, cuscini, etc.) più grandi (e quindi più costosi), e, a parità di condizioni di salute, comporta spese mediche più alte, viste le dosi maggiori di medicinali, antiparassitari e vaccini che sono necessarie.

Inoltre, se avete bambini piccoli o persone disabili a casa, un cane di taglia grande, muovendosi, potrebbe accidentalmente fare loro del male. Ciò non significa però che un peloso piccolissimo sia per loro la soluzione ottimale: i cani toy sono spesso paurosi e hanno un carattere aggressivo, con la tendenza ad abbaiare spesso e a mordere. Invece, un Labrador, un Golden Retriever, un Boxer o un Cocker possono essere degli adorabili compagni di giochi per i bimbi.

Considerate anche che le femmine, tendenzialmente, sono più tolleranti con i bambini: più dolci e pacate rispetto ai maschi, sono più facili da gestire anche per chi prende un cane per la prima volta. I maschi, al contrario, sono in genere più energici, più territoriali e per questo più bravi a fare la guardia. Infine, se avete perso la testa per un cagnolino con folta pelliccia, come un Pechinese, considerate che pelo lungo uguale anche più toelettatura, lavaggi, spazzolature e pulizie. E se siete dei maniaci della casa, un cane che perde molto pelo potrebbe non essere una scelta saggia.

cane a pelo corto vs cane a pelo lungo

CARATTERE E STILE DI VITA DEL PADRONE

E voi che tipi siete? Se amate la vita da salotto, prendere un cane molto attivo ed energico non è l’ideale, a meno che non abbiate deciso di abbandonare il divano. Idem se passate molto tempo via di casa: in questo caso, inoltre, potete pensare di adottare un cane adulto, visto che un cucciolo ha bisogno di tantissime attenzioni. Un cane da compagnia, pacato e tranquillo, come un King Charles Spaniel, un Maltese o un Bolognese, è perfetto per le persone più “pantofolaie”, mentre le piccole dimensioni lo rendono facilmente gestibile anche dagli anziani.

Se invece siete dei tipi attivi o sportivi, che amano fare movimento, corse e passeggiate, cercate un cane che si adatti bene a questa vita: un cane da caccia, un cane da pastore di taglia media come un Border Collie o di taglia più grande come un Cane Lupo Cecoslovacco, ma anche un terrier piccolino come il Jack Russell, può essere il vivace compagno che state cercando per le vostre attività all’aperto.

Anche il luogo in cui vivete dovrebbe pesare nella decisione finale: se vivete in appartamento in una grande città e avete anche poco tempo libero, non è il caso di prendere un cane che ha bisogno di spazio e di fare molta attività. In sintesi, cercate –obiettivamente– di capire se il vostro stile di vita è adatto a rendere felice Fido, prima ancora del contrario.

cane felice disteso su un prato

CONSIDERAZIONI FINALI

Altre valutazioni da fare per scegliere il cane giusto sono:

  • Cucciolo o adulto? Adottare un cucciolo significa avere per qualche mese una bestiolina che fa sciogliere il cuore ma anche un potenziale terremoto in casa. Un cane adulto, invece, ha dei comportamenti difficili da correggere, ma è più calmo e già addestrato.
  • E le vacanze? Avete qualcuno che si può occupare del cane durante le ferie? Se non avete nessuno, in vostra assenza potete alloggiare il cane in una struttura predisposta. Informatevi per sapere se ce ne sono nelle vicinanze.
  • Di razza o meticcio? Se vi piace una certa razza e volete un cane con precise caratteristiche caratteriali, allora vi conviene rivolgervi ad un allevatore. Ricordate però che i cani di razza sono tendenzialmente più delicati di salute e possono essere soggetti a problemi genetici. Poi considerate anche che se adottare un cagnolino riempie il cuore di gioia… adottarlo in canile ancora di più!

Quindi, lasciatevi pure stregare da un musetto adorabile, ma prima pensate a tutti questi fattori che sono indispensabili per la felice convivenza futura insieme.

cane di razza golden retriever felice

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *