come pulire le orecchie del cane

PULIRE LE ORECCHIE DI FIDO? NESSUN PROBLEMA!

Per alcune operazioni di cura del nostro cane non serve necessariamente l’intervento del veterinario. In certi casi, come per la periodica pulizia delle orecchie, si può agire in modo autonomo: basta essere preparati su come fare e su cosa usare. Una buona igiene auricolare, infatti, è importante per prevenire problemi più seri, come l’otite canina. Con qualche accorgimento, allora, anche i padroni volenterosi possono rendersi utili.

- PERCHÉ FARLO: SOGGETTI A RISCHIO

Prima di spiegare come mettere in atto la pulizia, è doverosa una premessa.

L’otite canina è un’infiammazione che può colpire la parte interna, media o esterna dell’orecchio del cane e può essere causata da vari fattori. L’accumulo di cerume, i colpi d’aria, l’acqua che penetra (attenzione ai bagnetti), i parassiti e i microrganismi sono tutti delle possibili cause. I cani più sensibili, però, sono quelli nelle cui orecchie c’è uno scarso passaggio d’aria: per questo, devono fare attenzione soprattutto i padroni di cani con orecchie lunghe (Bassotti, Cocker, Setter, ecc) o con molto pelo all’interno (Barboncini, Maltesi, ecc).

Bisogna dire, però, che anche la troppa solerzia potrebbe fare dei danni: la mucosa, ad esempio, potrebbe irritarsi a causa dell’utilizzo eccessivo di prodotti per l’igiene auricolare. Chi decide di cimentarsi nella pulizia delle orecchie del proprio cane, quindi, è sempre meglio che prima chieda un parere al veterinario di fiducia, per essere sicuro di quando conviene intervenire in base alle esigenze del proprio amico a quattro zampe.

cane di razza cocker con orecchie svolazzanti

Detto ciò, vediamo cosa serve.

- L’OCCORRENTE

In primis, è utile predisporre l’occorrente a portata di mano: i classici fazzoletti da naso (consigliati perché non sono abrasivi, sono sufficientemente resistenti e non lasciano residui nel condotto uditivo), una soluzione per il lavaggio auricolare (ne esistono numerose in commercio, a base di sostanze disinfettanti o ceruminolitiche) ed eventualmente dei guanti in lattice usa e getta. In alternativa esistono anche delle salviette già imbibite di soluzioni detergenti per il condotto auricolare.

I guanti sono consigliabili in particolare per quei soggetti le cui orecchie emanano abitualmente un cattivo odore, che potrebbe impregnare le vostre dita. Badate che, se le orecchie dovessero avere un odore MOLTO sgradevole e fossero particolarmente sporche, potrebbe esserci un problema di otite esterna e converrebbe rivolgersi al veterinario. È sconsigliato invece l’uso di bastoncini cotonati, soprattutto se non abbiamo nessuno in grado di tenere ben ferma la testa del cane: un suo movimento improvviso potrebbe accidentalmente far scendere il bastoncino troppo in profondità e creare danni.

come pulire le orecchie del cane consigli pratici

- COSA FARE

Una volta predisposti gli strumenti utili, bisogna far rilassare il cane, accarezzandolo; dopo di che bisogna, prendere il padiglione auricolare, tenerlo leggermente in tensione ed inserire nel condotto uditivo il dito avvolto dal fazzoletto inumidito con la soluzione detergente, cercando di rimuovere più sporco possibile (non temete, le dimensioni delle dita fanno in modo che non si possa andare troppo in profondità). Eventualmente, la soluzione può essere instillata direttamente nel condotto (meglio prima leggere le indicazioni sul prodotto): in questo caso, però, il nostro amico potrebbe reagire scuotendo la testa e spargendo il liquido dappertutto!

Dopo aver inserito il dito avvolto nel fazzoletto dentro l’orecchio, possiamo approfittarne per fare delle grattatine al nostro pet, in modo da rendergli questo momento anche piacevole. Se sarete fortunati il cane apprezzerà… l’interno dell’orecchio è un punto che loro non riescono facilmente a raggiungere e potrebbero gradire che siate voi a pulirlo. Se invece si mostrasse riluttante, è meglio avvalersi dell’aiuto di qualcuno… e di tanta pazienza!

In ogni caso, la prima volta è sempre consigliato farvi mostrare dal veterinario come meglio intervenire… e dopo una piccola lezione pratica, procedete pure con le pulizie! 

cane di razza french bulldog con accessori per il bagno

Ringraziamo il medico veterinario dott.ssa Chiara Pellizzari per la collaborazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *